domenica 9 ottobre 2016

Dolcetti per le ricorrenze di Novembre



Festeggiare Halloween è un' usanza abbastanza 
recente da noi, ma fin dalla notte dei tempi si sono fatti dolcetti per la
 commemorazione dei defunti: vi ripropongo le "fave dei morti"
dolcetti tipici delle mie parti e che preparo ogni anno in questo periodo.
Questi dolcetti hanno un'origine molto antica e, in forma, ingredienti
 ed aromi un po' diversi sono presenti in varie zone d'Italia.



Da noi sono presenti nelle vetrine di fornai e pasticcerie già da ottobre,
 ognuno ha la sua ricetta io però preferisco farmele in casa a modo mio.
 In ogni caso la base è fatta di zucchero, farina e mandorle e 
spesso aromatizzate con semi di anice o altro. 
Ecco le mie: ai semi di anice, all'amaretto
 e infine al cioccolato.


Fave dei morti all'anice
ingredienti:
 farina gr.200 
zucchero gr.150 
mandorle spellate e macinate gr150 
semi di anice macinati 1 cucchiaino colmo
 albumi d'uovo 2-3 
 olio e.v.o. 2 cucchiai
  sale un pizzico 
 lievito per dolci 1 cucchiaino
zucchero al velo


Mettere la farina a fontana con tutti gli ingredienti ed impastare rapidamente.
 Formare una palla e da questa ricavare dei rotoli come per gli gnocchi. 
Tagliare dei pezzetti regolari e arrotondarli un po', disporli sulla 
carta forno leggermente  distanziati perché si allargheranno 
in cottura: cuocere in forno statico a 180° per 15'
 (non devono colorire troppo). Servirli cosparsi di
 zucchero al velo.




Versione all'amaretto
Ingredienti: 
 farina gr.200  
zucchero gr.180
  mandorle dolci gr 130 e amare gr 20 
 oppure 1 fiala di aroma oppure
 1 cucchiaio di liquore all'amaretto
  1uovo intero +1 tuorlo 
olio o burro sciolto 2-3 cucchiai
 1 pizz.sale 
 1 cucchiaino lievito per dolci.

Il procedimento e la cottura sono uguali  per tutte le versioni.




Fave al cioccolato
Ingredienti: 
 farina gr 200 + gr 50 al bisogno 
  zucchero gr 120 
mandorle macinate gr 100 
 cioccolato fondente sciolto a bagnomaria o al microonde gr 100
   1 uovo intero   
 burro sciolto 1-2 cucchiai 
  1 pizzico sale  
1 cucchiaino lievito

Impastare tutti gli ingredienti e, se il tutto fosse troppo appiccicaticcio,
 aggiungere un po' di farina in più. Mettere al fresco per un po' e poi 
 procedere alla formazione dei dolcetti e alla cottura.



            Le "fave" pronte per la cottura


ed ecco qui sotto tutta la produzione!
                     


         
                                                    
                                                                Ciao a tutti e alla prossima!











24 commenti:

  1. Buoni ne prendo un po da qui non mi fanno male .. buona serata domenicale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buona serata anche a te Edvige, ciao!

      Elimina
  2. Mi piacciono questi dolcetti per via degli ingredienti ma solo l'idea che sono per i morti mi trattiene. Vorrei chiamarli dolcetti alle mandorle, così ne mangio alla volontà, troppo buoni, ha, ha, ha....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Andreea, si chiamano "fave dei morti" sì ma ...le mangiano i vivi!
      Buona serata

      Elimina
  3. Bravissima, mi piacciono molto le ricette della tradizione, grazie per questa ricetta che certamente proverò!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cristina, non avrai certo difficoltà, i miei sono dolci molto semplici e tu ne fai di splendidi!
      Buona giornata

      Elimina
  4. Olá Carmen:
    vim conhecer o seu blog e me encantei !!
    esta receita parece ser deliciosa e vou anotá-la e fazer.
    é uma receita tradicional?
    obrigada por compartilhar.
    grande abraço e boa semana.
    :o)
    http://elianeapkroker.blogspot.com.br/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Eliane, sì è una dolce tradizionale che si prepara in questo periodo, buona giornata!

      Elimina
  5. adoro le tradizioni così cariche di sapori e profumi!!! magnifica produzione!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Mimma, hai ragione: è bello mantenere le nostre tradizioni e noi in Italia ne siamo ricchissimi!
      Buona giornata!

      Elimina
  6. non sembra ma è un attimo che siamo a Novembre meglio arrivare preparati con la bocca buona grazie alle tue ricette

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh già e poi subito dopo... è Natale!
      Un caro saluto, a presto.

      Elimina
  7. Non li ho mai provati a farli ma sicuramente saranno buonissimi, adoro i dolci alle mandorle! Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Molly, di solito piacciono un po' a tutti...un caro saluto!

      Elimina
  8. Buonissime le fave dei morti, anche noi li chiamiamo così questi deliziosi dolcetti.
    E' da tantissimo tempo che non li preparo, seguirò le tue ricette, visto l'ottimo risultato.
    Un caro saluto da Gabry

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Gabry, grazie, spero che ti piacciano!
      Buona giornata, a presto!

      Elimina
  9. preso nota, brava Carmen
    mandi

    RispondiElimina
  10. Ottimi questi dolci, mi ricordano tanto la mia infanzia....Bravissima Carmen!

    RispondiElimina
  11. quanto dolcetti deliziosi, brava!! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Silvia, ricambio di cuore!!

      Elimina
  12. Si vede che sono buoni. Io li chiamerei dolcetti dei Santi. Devo procurarmi le mandorle e poi provarli a fare. Grazie per la ricetta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marta, grazie della visita, buona domenica!

      Elimina

Grazie per avermi dedicato un po' del vostro tempo, risponderò ai vostri commenti sotto il post, a presto!